Translate

Il segreto della felicità è la libertà. Il segreto della libertà è il coraggio. "- Tucidide. Θουκυδίδης, Thūkydídēs -Atene,ca. a.C. 460 a.C.- dopo il 440 a.C. -

11 maggio 2016

JOBS ACT "non sapremo mai la verita dei conti"

JOBS ACT "non sapremo mai la verita dei conti" 


Prosegue il magna magna!
Purtroppo il caffè è povero, non chiede niente a nessuno e non riceve niente, ma resta libero. Libero si fa per dire poiché la libertà costa. La libertà d’informare, investigare, di comunicare ha un  costo, ci scusiamo vorremo fare di più ma non  abbiamo i soldi per intraprendere quel giornalismo investigativo che manca al nostro paese.
Il caso Job Acy ne un esempio anche se guardiamo la stampa specializzata non si scopre nulla, basta vedere il Flop fatto per Panama Papers per capire che anche se vuoi fare del giornalismo investigativo tutto viene messo a tacere e non paga.

Lo scandalo Job acts pare molto più ampio di quanto il Governo e i media vogliono farci credere Uno scandalo che se ci fosse un giornalismo possibile verrebbe analizzato, certo perché anche al mercato la Signora Maria conosce che sua figlia è stata assunta e le hanno dato dei soldi,  poi le hanno fatto capire che se ne stava a casa e andava a lavorare in nero da qualche altra parte le conveniva pur guadagnando in più qualche cosa senza far niente restando alle loro dipendenza e, anche se  alla fine l’avrebbero licenziata.,  la stessa agenzia che le aveva trovato lavoro, le trovava un altro lavoro, con in più delle buone referenze e via così! Richiesta disponibilità a firma carte a tacere e nel caso dire quanto suggerito. 
Insomma io truffo, tu truffi, noi truffiamo! E tutti insieme ci guadagniamo!
Nessuno controlla, tutti ci guadagniamo e il Renzi ,è incredibile che non sapesse, gli conviene ignorare e comunicare che la crisi è passata con il supporto di Statistiche e barzellette varie, bugie su bugie!.
Tanto la filosofia del popolo coglione lo accomuna al Berlusconi, anzi molto di più!
Totale del guadagno, da quello che si è capito,  tra imprenditore e lavoratore consenziente è di circa 24000 per tre anni a persona, tenendo conto che un azienda riesce a  licenziare un individuo dopo 6 mesi risulta possibile 24000 x 6 in tre anni, pari a una media di circa 50.000 euro anno da dividersi tra  azienda, lavoratore e professionista secondo discrezionalità delle parti.  Se l’azienda può assumere altre persone, il guadagno verrà moltiplicata per lo stesso numero, ed inoltre non solo a questo vanno aggiunti gli indotti di altre assunzioni per le agenzie di collocamento e consulenza e il giro si allarga ancora. Senza contare le detrazioni fiscali aggiunte!
Tanto chi se ne accorge?
Dicevano che Berlusconi si considerava Dio in  terra ma non è nemmeno lui riuscito a far la moltiplicazione dei pani e dei pesci come Renzi!  Ecco il vero Signore!
I casi che il sindacato ha raccolto per il momento sono tanti (magistratura? G. di finanza? ecc.?) alcuni pare connessi e molto vini al potere politico addirittura alla Presidenza. Sarà caccia alle streghe, saranno  basse insinuazioni o la verità? Dopo tutte le balle che i vari Governi ci hanno raccontato impossibile pensare al meglio!
Certo che una commissione parlamentare sarebbe utile…Già utile a mangiare ancora su di noi che paghiamo sicuramente le Tasse.

Denunciare gli accordi sindacati per la trattenuta delle tasse direttamente sugli stipendi è doveroso farlo.

Altre soluzioni alternative non interessano al Potere anzi ne aumento il prestigio. 

Intanto la magistratura dorme serenamente anzi si sveglia solo per sfrattare i poveretti dalle case di edilizia pubblica come è avvenuto a Milano per quella donna con figlio minorenne con handicap grave e due figlie sbattuta sulla strada! Ohpsss! Scusate,, aiutata ad andare sulla strada.  


 L’Italia è un paese sotto occupazione da parte dei corrotti Liberate l’Italia!

Tucidide

Vedi secondo lle varie e molteplici interpretazioni che potranno assumersi e che dovrai pagare quannto è il Jpb ct!
Decreto Legislativo 4 marzo 2015 n.22
Con il Decreto Legislativo del 4 marzo 2015 n.22, in attuazione della Legge Delega n.183/2014, sono introdotti i nuovi strumenti di sostegno al reddito in caso di disoccupazione: la nuova ASPI (NASPI), l’assegno di disoccupazione (ASDI), l’indennità per i collaboratori a progetto (DIS-COLL) ed il contratto di ricollocazione 
Scarica
Decreto Legislativo 4 marzo 2015 n.23
Con il Decreto Legislativo del 4 marzo 2015 n.23, in attuazione della Legge Delega n.183/2014, sono introdotte le nuove tutele per i lavoratori illegittimamente licenziati, valide per i contratti a tempo indeterminato iniziati a partire dal 7 marzo 2015 
Scarica
Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n. 80
Con il Decreto Legislativo n.80/2015 sono introdotte nuove disposizioni relativamente alla conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro, in attuazione dell'articolo 1, commi 8 e 9, della Legge 10 dicembre 2014, n. 183 
Scarica
Decreto Legislativo 15 giugno 2015 n. 81
Il Decreto Legislativo n.81/2015 contiene la disciplina organica dei contratti di lavoro e della nuova normativa in tema di mansioni, in attuazione dell'articolo 1, comma 7, della Legge 10 dicembre 2014, n. 183 
Scarica


10 maggio 2016

Il Jobs Act è il più costoso dei flop del Governo Renzi, oppure ce ne sono altri mai detti?

Il Jobs Act è il più costoso dei flop del Governo Renzi, oppure ce ne sono altri mai detti?

Il presidente dell’Inps Tito Boeri: «Abbiamo scoperto circa 100.000 posizioni di lavoro che hanno richiesto l’esonero triennale del 2015, che per tre anni porterebbe a circa 600 milioni di esonero totale», ma «finora hanno beneficiato» solo di circa 100 milioni. «Ci siamo accorti di questo problema per tempo», la quota di 100 milioni «speriamo di poterla recuperare rapidamente».
colui che...
La stima avanzata dai consulenti del lavoro secondo i quali mancano all’appello 3 miliardi. Indicando il Governo come sarebbe  stato paradossalmente vittima del suo successo propagandato, successo  che voleva generare una richiesta di lavoro a termine finanziato dai contribuenti senza però la copertura.  L’impatto degli incentivi sul bilancio pubblico sarà inferiore visto che i contratti sono precari e prevedono  una retribuzione al lavoratore inferiore alla media.  Inoltre, a partire dal 2016, lo sgravio è diminuito da 8.060 a 3.250 euro per ogni assunzione a tempo indeterminato o trasformazione dei contratti a termine in contratti a tempo indeterminato, quale sarà  l’impatto degli incentivi sul bilancio non lo sapremo mai visto la mancanza di trasparenza cronica..
Il dubbio è più che legittimo,  siano le solite leggi fatte con accordi trasversali per ricambiare le sponsorizzazioni occulte ottenute nella passata campagna elettorale oppure è solo demenza di Stato?

8 aprile 2016

Forse ci siamo…oppure sono altre balle...

Forse ci siamo…oppure sono altre balle...

Governi dopo Governi, succeduti in carica, raccontandoci le stesse cose sul superamento del  divario digitale che limita essenzialmente il nostro sviluppo, sia culturale che economico, spunta l’ormai l'obsoleto Presidente  che con il solito balzo Panariellano ( vero mentore del President immaginiamo l’artista Panariello)  ci racconta, tutto ormai coinvolto dalla sua personale esaltazione di potere (dopo Napoli si può ben dire poiché sono le città che devono presentare la propria strategia di Marketing non Sua eminenza Renzi!), ci "comunica" come ha risolto la questione del divario digitale che, ci ripetiamo, affligge e ritarda da oltre 40 anni sia gli investimenti economici che l’apertura ad una concorrenza di mercato globale concorrente. 

l superamento del divario, a detta del Presidente, viene dato come possibilità per accedere a programmi d’intrattenimento o come controllo da parte dello Stato nei confronti dei cittadini!  Discorso che anche se voluto strategicamente “leggero” fa comprendere quale sarà la strategia futura della Politica del PD!

Come se avesse detto,  questo paese è una massa di idioti e noi li tratteremo come li abbiamo sempre trattati da idioti,  Tanto  che, il Dott.  Draghi (BCE) ha messo l'accento sull'alta disoccupazione giovanile che colpisce "la generazione più istruita di sempre" e rappresenta un vulnus significativo: "Per evitare una generazione perduta dobbiamo agire velocemente".  Ben certo è che l'attuale generazione è la più istruita di sempre in Italia,  ma se viene comparata al resto del mondo evoluto ben si possono notare le lacune culturali presenti nel sistema  necessarie allo sviluppo di una nazione. 
Già un  una lesione del diritto alla cultura,per a quale abbiamo un ministro Franceschini che ha un indirizzo culturale molto personale  e poco di marketing indipendente. La cultura Italiana strategicamente basata sull'ignoranza informatica, pone seri problemi sia di comprensione che di sviluppo e così predispone le basi per un proseguimento della strategia che ci ha ridotti ad una "colta ignoranza".
L’Italia, è stata ed è bloccata da una architettura burocratica che impone barriere cognitive e ha portato il nostro paese in una situazione di inviluppo e di demarketing Nazionale, al solo scopo di conservare  privilegi e guadagni ingiustificati.
Alla politica Italiana manca il rispetto per il popolo Ogni rappresentante del popolo  dovrebbe considerare che ogni centimetro della nostra terra è stata conquistata dai nostri padri con sangue, sudore e sacrifici. Nessuno investito nella carica  pubblica può giustificare il personale arricchimento ingiustificato e ingiustificabile e, che anche se non vi sono Leggi o regolamenti predisposte alla difesa degli interessi del popolo non potranno  distrarre le loro colpe. La prima lobby è il popolo!
La società democratica sana non corrotta, moderata, deve far comprendere chiaramente che coloro che hanno abusato della buona fede del popolo saranno puniti, sino a far comprendere che le eventuali persone anche a loro vicine che hanno beneficiato direttamente o indirettamente di questa  opportunità ne saranno coinvolte. 
Nessuna punizione fisica nessuna reclusione,  solo il completo spoglio di tutti i loro averi. Si ratta di una  severa ed equa giustizia rapida e sommaria sotto l' aspetto economico a carico di chi si è reso colpevole di quei reati etici di natura politica per riprendere il mal tolto che ha ridotto in miseria la gente. Ora provino loro cosa vuol dire vivere nell'angoscia della povertà! 
Certo tutti possiamo sbagliare e per questo in altri paesi democratici i politici si coprono con una assicurazione per gli eventuali errori.




Fortunatamente gli obiettivi per l’evoluzione culturale nascono originariamente in Europa, ove il 2020 è stato posto come il termine ultimo per traghettare i paesi dell’Unione.
Auguriamoci un Europa forte ed indipendente:

28 febbraio 2016

Candido o l'ottimismo è un racconto filosofico di Voltaire pubblicato in Ginevra, inGennaio 1759. E 'stato ristampato venti volte la vita dell'autore n 1 , che lo rende uno dei più grandi successi della letteratura francese.

Candido o l'ottimismo è un racconto filosofico di Voltaire pubblicato a Ginevra, nel Gennaio 1759. Ristampato venti volte durante la vita dell'autore lo rende uno dei più grandi successi della letteratura francese.

Cultura Europea

Il teatro Argentina di Roma,  è uno dei principali teatri della città. Costituisce la prima sede della fondazione Teatro Stabile di RomaCANDIDO di Voltaire - Prima nazionale, Mark Ravenhill, traduzione Pieraldo Girotto - con (in o. di a.) Filippo Nigro, Lucia Mascino, Francesca Mazza, Matteo Angius, Francesco Villano, Federica Zacchia, Domenico Florio, Lorenzo Frediani, Giuseppe Scoditti, Francesca Zerilli - e la partecipazione straordinaria di Luciano Virgilio musiche composte, arrangiate ed eseguite dal vivo da H.e.r. scene Andrea Simonetti costumi Fabrizio Arcuri video Luca Brinchi, Daniele Spanò live visual Lorenzo Letizia assistente alla regia Francesca Zerilli assistente ai costumi Valeria Bernini  - In collaborazione con Centro Teatrale Santacristina.



 La novella è stata ampiamente tradotto, con versioni in lingua inglese dal titolo Candide: o, tutto per il meglio (1759); Candide: or, The Optimist (1762); e Candido: o, ottimismo . (1947) Si comincia con un giovane uomo, Candido, che sta vivendo una vita al riparo in un edenico paradiso e di essere indottrinatio con ottimismo leibniziano (o semplicemente "ottimismo") dal suo mentore, il professor Pangloss. 
L'opera descrive la brusca interruzione di questo stile di vita, seguita da una lenta, dolorosa disillusione di Candido come testimone e le esperienze delle grandi difficoltà nel mondo. Voltaire si conclude con Candido, se non rifiutando ottimismo a titolo definitivo, sostenendo un precetto profondamente pratico, "dobbiamo coltivare il nostro giardino", al posto del mantra leibniziana di Pangloss, "tutto è per il meglio" nel " migliore dei mondi possibili " .

Candide si caratterizza per il tono sarcastico, così come per la sua, la trama fantastica e in rapido movimento irregolare. Un romanzo picaresco con una storia simile a quella di un più grave romanzo di formazione , è la parodia molti luoghi comuni avventura e romanticismo, le lotte di cui sono caricaturale in un tono che è causticamente dato di fatto. Ancora, gli eventi discussi sono spesso basati su eventi storici, come i sette anni di guerra e il 1755 terremoto di Lisbona . Come filosofi del giorno di Voltaire sostenuto con il problema del male , così fa anche Candido in questo romanzo breve, anche se in modo più diretto e umorismo. Voltaire ridicolizza religione, teologi, governi, eserciti, filosofie e filosofi attraverso allegorie ; più vistosamente, si aggredisce Leibniz e il suo ottimismo. 
Come previsto da Voltaire, Candide ha goduto sia un grande successo che un grande scandalo. Immediatamente dopo la sua pubblicazione segreta, il libro è stato ampiamente proibito perché conteneva una bestemmia religiosa, la sedizione politica e ostilità intellettuale nascosta sotto un sottile velo di ingenuità. Tuttavia, con il suo spirito tagliente e la rappresentazione penetranti della condizione umana, il romanzo ha ispirato molti autori e artisti successivi nell' imitarlo e di adattarlo. 
Oggi, Candide è riconosciuto come di Voltaire opus magnum  ed è spesso indicato come parte del canone occidentale ; è tra le opere più frequentemente insegnate letteratura francese.  Il poeta britannico e critico letterario Martin Seymour-Smith ha indicato Candide come uno dei 100 libri più influenti mai scritti .

Cultura Europea

Morte di Danton 

Piccolo Teatro Strehler - Milano
dal 1° al 13 marzo 2016
Morte di Danton
di Georg Büchner
traduzione Anita Raja
regia e scene Mario Martone

Scritto in sole cinque settimane tra il gennaio ed il febbraio del 1835 dal ventunenne (sarebbe morto solo tre anni dopo) Georg Büchner, in fuga dalle autorità dell’Assia dove era stato coinvolto in una rivolta, Morte di Danton (Dantons Tod) descrive l’atmosfera degli ultimi giorni del Terrore, la caduta di Georges Jacques Danton nel 1794 e l’antagonismo che lo contrappone a Maximilien Robespierre. Il discorso drammatico è concentrato sulla contrapposizione tra i due alfieri della Rivoluzione francese, compagni prima e avversari in seguito, entrambi destinati alla ghigliottina a pochi giorni di distanza l’uno dall’altro. Danton non crede alla necessità del Terrore e difende una visione del mondo liberale e tollerante, anche se consapevole dei limiti dell’azione rivoluzionaria; il suo antagonista invece incarna la linea giacobina, stoica, intransigente, furiosa.
Büchner nutre Morte di Danton di temi tutti rilevanti per il nostro tempo: la natura della rivoluzione, il rapporto tra uomini e donne, l'amicizia, la classe, il determinismo, il materialismo, il ruolo del teatro stesso. Oggetto di rari allestimenti in Italia, Morte di Danton è stato messo in scena da Giorgio Strehler, Jean Vilar e più recentemente da Robert Wilson, Thomas Ostermeier, Christoph Marthaler. Mario Martone dirige per la prima volta al Teatro Stabile di Torino il capolavoro del grande autore tedesco.


La morte di Danton


Georges Jacques Danton  è stato una figura di spicco nelle prime fasi della rivoluzione francese e il primo Presidente del Comitato di salute pubblica . Il ruolo di Danton nell'insorgenza della rivoluzione è stata contestata; molti storici lo descrivono come "il capo forza nel rovesciamento della monarchia e l'instaurazione della Repubblica Francese per primo ". [ 1 ] un'influenza moderatrice sui giacobini , fu ghigliottinato dai sostenitori del terrore rivoluzionario , dopo le accuse di venalità e clemenza ai nemici della Rivoluzione.
Georges-Jacques Danton 
1 ° Presidente del Comitato di salute pubblica
In carica
6 aprile 1793 - 27 Luglio 1793
Partito politicoCordeliers Club (1790-1791) 
Giacobini (1791-179
Nato26 ottobre 1759 Arcis-sur-Aube, Francia
Morto5 aprile 1794 (34 anni) Parigi, Francia